leggo l’articolo su repubblica
e leggo purtroppo
che le mamme si dividono in due gruppi
o le perfette
quelle che hanno i figli che dormono che non urlano che mangiano tutto…
e quelle cattive
che non fanno mangiare la verdura che fanno vedere troppo televisione
e che
aggiungerei io
passano un sacco di tempo a scrivere sui blog
e lo dico io che ho un blog che infatti frequento pochissimo per mancanza di tempo!
non solo
leggo che chiara cecilia santamaria
autrice di quello che le mamme non dicono
quando ha detto di volersi prendere un aperitivo è stata ” coperta di insulti”
mi domando chi frequenti!
ora
io
essendo mammanarchica
dovrei essere tra le cattive
invece ho più punti in comune con le perfette
mai fatto una notte in bianco i miei figli mangiano il minestrone
anzi peggio
si mangiano pure il cavolfiore!
guardano poca televisione
lavoro
e mi prendo aperitivi senza sensi di colpa
in sostanza sono una perfetta mamma punk
serena con borchie
però rimane il punto della brutta abitudine di voler per forza creare dei gruppi
o sei una madre brava con clichè borghesi
o sei cattiva con clichè hollywoodiani
essere una madre a parte?
un pò brava un pò no?
essere qualcosa di non identificabile?
perchè abbiamo bisogno di sentirci “tante” per crederci giuste?
luisa ercoli anche lei membro del club delle madri cattive dice che è ” un movimento liberatorio”
ma liberatorio da cosa?
la donna si libererà veramente quando smetterà di scontrarsi con critiche e pregiudizi con le altre donne
siamo madri
punto.
come tutte le altre!il-club-delle-cattive-mamme.html

avrei ancora da scrivere
ma devo lavare le bestie che oggi si sono rotolate nel prato con i grilli e preparare la cena

Annunci