cicli-e-ricicli

Svuoto la borsa
E faccio la raccolta differenziata
Il giornale di tre giorni fa che mi sono conservata per leggere un articolo del quale però ora non mi ricordo neanche più l’esistenza scontrini post-it istruzioni su come si monta l’aereo foglietto dove c’è scritto perché la crema idratante che ho comprato costa così tanto (perché ti fa venire la pelle luminosa tonica vellutata…) memo del dentista
Tutto nella busta gialla
Bottiglietta di tè verde tè deteinato alla pesca e al limone contenitori di sorprese tappi vari
Tutto nella busta blu
Campioncino di vetro di crema ricevuto in regalo dalla commessa della profumeria
Nella busta verde
E quello che faccio per la borsa vale per tutto il resto
Differenzio o riciclo
E non posso non pensare alla camera
Ma non la mia!
Dico proprio la camera delle camere
Quella parlamentare
Come la plastica
se non è più bottiglia diventa penna
Così se non sei più di sinistra diventi di destra peggio pidiellino
Se a destra non ti vogliono più
Ti buttano via per esempio
Ti ricicli altrove
Riciclano frasi e anche battute
Quella del meglio maschio che gay è vecchia e detta tempo fa da uno che adesso non sa dove piazzarsi
Le veline per esempio non potendo più sorridere in tv per colpa del botox si sono messe a legiferare
C’è poi chi si ricicla più volte e chi si ricicla sempre nella busta sbagliata
Chi pensa giallo verde o blu chi se ne frega l’importante è non morire
Riciclato e trasformato

Ma la puzza di plastica resta sempre la stessa.