zauberilla@****.com:
“cara nell’impossibilità di accedere alla tua bacheca di fb dove dici di dover prendere delle distanze da me, senza dirlo a me, scrivo qui quello che penso.
Fai benissimo a prendere delle distanze che per quanto mi riguarda implicano variazioni minime. Non scrivi cose particolarmente interessanti, mi hai corteggiato con delle proposte poco allettanti, ti trovo poco professionale, e come ti ho fatto notare con più educazione possibile, trovo sgradevole il tuo modo di stare in rete. Di pubblicizzarti. Quindi la tua distanza è assolutamente neutra se non gradita.
Il problema solo tuo – perchè io non ti ho mai cercata, è il criterio con cui crei le vicinanze. Come in generale altro problema tutto tuo è un’assoluta mancanza di stile e di saper lavorare. nelle critiche che ti hanno sconvolta sul blog della lipperini non sei voluta entrare nel merito e discutere. Ma tu passi il tempo a sberciare come al mercato nella speranzosa angoscia di imporre al tua attenzione a chi ti intercetta. Immagino che al Melangolo abbiano il loro beneficio – io temo che ci perdano in immagine. Tante care cose eh.”

cara nonsobenechitusia
visto che non hai un nome un cognome o una faccia
non so di cosa tu stia parlando o che razza di problema possa essere io per te visto che perdi un po’ del tuo prezioso tempo a leggermi addirittura a scrivermi
o forse un’idea ce l’ho
ti tranquillizzo subito
non ho niente da pubblicizzare perchè non sono un supermercato
ho un blog
e fammi capire se invito le persone a leggerlo è pubblicità se lo fai tu un invito ad una attenta e profonda riflessione?
non ho libri nel cassetto
o il desiderio di affermarmi per quello che non sono
non devo usare supponenza e arroganza per farmi notare in vista di qualche lancio editoriale
per quanto riguarda il blog della signora lipperini è un blog che non frequento e lei sa bene il perchè
ti auguro tanta pace e serenità
e ti chiedo di lasciarmi in pace
vivi tranquilla che non ho nessuna intenzione di “toglierti” niente
come vedi sono così serena io da pubblicare il tuo messaggio
lo rendo ben leggibile a tutti e chiudo dicendo che non continuerò né qui né in privato né in nessun altro luogo la discussione
p.s. per quanto riguarda il mio lavoro non capisco bene il senso del riferimento
è un lavoro che svolgo bene con l’approvazione di tutti
per gli addetti ai lavori:
non credo possa essere professionale e serio non separare le due cose

arrivederci
vado a fare merenda con i miei bambini