qualche giorno fa
su un blog
ho ricordato il passato di un “intellettuale di sinistra”
alcuni sostenitori
pochi per fortuna
del guru attivista
mi hanno attaccata sostenendo avessi voluto “ravanare” nel suo privato
invece era solo memoria storica
hanno ipotizzato che lo volessi screditare
per carità
difendo la sua libertà di scrivere e la mia di prendere le distanze da quello che scrive
poi ieri leggo un articolo di marco travaglio
sul video hard di belén
scrive travaglio:

” Mi aspettavo sfracelli, dalle femministe e dalle manifestanti di “Se non ora quando”, ma anche di tutte le vestali della privacy, per la diffusione online di un vecchio video di Belén Rodriguez che fa l’amore con il suo fidanzato dell’epoca…Mi aspettavo sfracelli perchè la privacy è una cosa seria, almeno quando non è una truffa per coprire le malefatte dei politici….Pensavo, però che sbattere nel ventilatore del web, e poi riprenderlo e commentarlo, un filmato che immortala un rapporto sessuale fra due fidanzati,fosse uno scandalo in un Paese come il nostro. Invece niente. Silenzio assoluto…del Garante della Privacy, dei politici sempre pronti a invocare bavagli e delle manifestanti in servizio permanenteeffettivo in difesa del corpo della dignità della donna….Il perchè di tante bocche cucite e di tante teste distratte mi pare chiaro: Belén non è Santa Maria Goretti. E’ una bellissima soubrette che del suo corpo fa largo e ammiccante uso in tv, film, fiction, spot e giornali di gossip. Ed è la fidanzata di Fabrizio Corona, che della privacy altrui non ha mai mostrato grande cura…..Ma, quanto a Belén, non vedo cosa abbia fatto di illecito: è maggiorenne e vaccinata, e chi non vuol vederla senza veli non ha che da cambiare canale, o giornale. Quanto poi a Corona, non vedo perchè i suoi disinvolti comportamenti li debba pagare la sua fidanzata. Forse che l’intimità di Belén dev’essere violata solo perchè Belén è spudoratamente bella, procace, generosa? Nemmeno se fosse una ministra, una sottosegretaria, una parlamentare europea, una consigliera regionale, sarebbe giusto spiarla. A meno che il suo fare l’amore col fidanzato avesse dei riflessi sulle sue pubbliche funzioni: per ricatti , o per favoritismi indebiti…Qualcuno dirà: in fondo è “solo” Belén, che in qualche modo se l’è cercata. Pessimo pensiero: I diritti sono uguali per tutti. Facile difendere l’intimità delle Marie Goretti. Ma solo chi difende quella delle Belén ha diritto di parlare de diritti.”

I diritti sono uguali per tutti
anche il diritto di ricordare un passato che non mi piace
perchè dare la colpa solo a berlusconi e alla televisione per la situazione in cui ci troviamo è da ingenui
e se non si è ingenui si è in malafede
e mi domando se l’intellettuale fosse stato di destra
il loro turbamento sarebbe stato lo stesso?
no
perchè è legittimazione vicendevole
non puoi toccarne uno perchè cadrebbero tutti
come i birilli del bowling
il bello è che hanno posizioni di potere reale
sui giornali sui blog più seguiti (forse solo più strombazzati) e nelle case editrici
ma si presentano come proletari della conoscenza
è che sono abituati a farlo da sempre
è su questo che si sono dati una ragione di esistere