è una cosa che non faccio quasi mai
riportare articoli scritti da altri
ma oggi siamo nell’eccezione
per il tema
e per come è stato affrontato
come al solito la scrittura di angela azzaro è chiara diretta senza enfasi
non cade mai nella trappola dei luoghi comuni
non è retorica
non si indigna
ma denuncia l’inadeguatezza dei nostri programmi d’informazione
che continuano ad ignorare il problema della violenza maschile
come nel caso di ballarò e servizio pubblico
o sono completamente incapaci di affrontare il problema quando ci provano
come nel caso di porta a porta e matrix ieri sera
angela poi fa il nome di mara carfagna
un nome scomodo per molte intellettuali di sinistra
ricordandoci che la legge sullo stalking porta la sua firma
una legge importante
sul film della cavani condivido tutte le parole
l’uomo violento non è un mostro
ma uno di voi
questo è il link all’articolo
#comment-11698
leggete

Annunci