oggi ho un pensiero fisso
la mia casa dell’aquila
che non c’è più
la casa dei nonni e delle feste
oggi mi ritornano in mente gli oggetti e le azioni
ricordi sepolti dalla polvere
le foto di quando ero bambina nella libreria dello studio
la scrivania di nonno con una lampada anni trenta
e tra la scrivania e la finestra la sedia di nonna
oggi mi ricordo quando di nascosto mi mettevo ai piedi un paio di scarpe di prada di pelle nera lucida
e il giorno in cui nonna mi regalò tutti i suoi guanti
ne aveva di bellissimi
se non l’avesse fatto quel giorno ora io non li avrei come non ho più lei
mi viene in mente la scatola in bagno con il borotalco
il rosario sul comodino
le caramelle che non mancavano mai per noi nipoti
il forno acceso e l’odore della pizza di pasqua
e tornando indietro nel tempo nonno la sera a letto con noi che ci raccontava la sua guerra la sua prigionia e la sua salvezza
mi ricordo anche il caldo che sentivo quando rientravo la sera a dicembre
fuori la neve
e a casa qualcuno che si lamentava sempre perchè il riscaldamento era troppo alto
non io sicuramente!

poi ricordo perfettamente la telefonata di mamma
le immagini in televisione
i nomi dei morti….